Schizzi di Indonesia – Indonesia travel sketch

Versione disegnata dell’ennesimo viaggio in Indonesia. Per motivi vari ho visitato l’Indonesia diverse volte e alcuni posti (Jakarta, Bali) anche più di una volta. Nelle tre settimane in giro ho cercato di catturare con qualche sketch e qualche foto un ricordo di ogni posto che ho visto.

Itinerario di viaggio

Questa volta il viaggio si è concentrato per buona parte a Pekanbaru (provincia di Riau) e nella provincia di West Sumatra.

Angolo di Pekanbaru – Riau province, Sumatra

Pekanbaru – Riau Province. Pekanbaru non ha molto da offrire. Si tratta solo di una grande città con tanti palazzi e tante macchine. Un caldo infernale che impediva di uscire per quasi tutto il giorno. Niente di speciale ad eccezione dei mercati. Ne ho visti diversi (di mattina prima che il caldo mi ammazzasse). I mercati sono un posto che amo perché sono l’espressione più autentica delle abitudini della popolazione locale. In Indonesia la popolazione è molto ospitale, quindi non sarà raro che mentre girate in un mercato, qualcuno, incuriosito dalla presenza di uno straniero, vi chiederà una foto o vi inviterà a mangiare.

Indonesia travel sketch
Payakumbuh – West Sumatra. Vista sui campi di riso.

Payakumbuh – West Sumatra.  Payakumbuh è la seconda città più grande della provincia di West Sumatra (dopo Padang, la capitale che si trova sulla costa). Tutta la zona è caratterizzata dalle Rumah Gadang, case con i tetti a forma di corna di bufalo e i terrazzamenti di riso. Questi ultimi rendono il paesaggio simile a posti molto più famosi come Bali ad esempio. Ma la provincia di  West Sumatra conserva ancora il fascino di un posto autentico, ancora non contaminato dal turismo e senza il bordello che si trova a Bali.

Ho chiesto ai locali spiegazioni sul significato dei tetti a forma di corna di bufalo. Credevo avesse un significato di natura tecnica invece sembra sia solo un elemento decorativo. Ci sono diverse interpretazioni ma la storia più accreditata dice che sia una sorta di omaggio al bufalo che probabilmente, essendo di aiuto nella coltivazione e sostegno per il popolo, ha fatto nascere delle leggende. Secondo la tradizione, quando gli olandesi arrivarono si stabilirono nella zona per il fatto che fosse in altura e quindi un po’ più fresca. Portarono con loro dei bufali che erano più massicci dei bufali indonesiani, i quali quindi erano destinati a soccombere. Quindi la popolazione strappó un piccolo di bufalo alla propria madre, che nel tentativo di trovare del latte per sfamarsi infilzó con le sue corna i massicci bufali europei, contribuendo cosí alla salvezza del bufalo locale.

Piccola curiosità: il numero di “corna” sul tetto rappresenta anche il numero di stanze della casa. L’esempio più famoso in zona è il Pagaruyung Palace, nella città di Batusangkar. Rappresenta l’ex residenza reale del regno di  Pagaruyung.

Indonesia travel sketch
Panorama su Labuan Bajo – Flores island

Labuan Bajo – Isola di Flores. Labuan Bajo è un villaggio abbastanza piccolo situato all’estremità occidentale dell’isola di Flores. È particolarmente noto perché rappresenta il punto di partenza per le escursioni al parco di Komodo. Nel parco di Komodo la natura si mostra ancora in tutta la sua bellezza. Vale davvero la pena visitarlo sia perché si possono trovare bel po’ di specie davvero uniche (come il drago di Komodo o le flying foxes), ma anche perché ci sono panorami fantastici e acqua cristallina. Un po’ affollato a dire il vero, ma ne vale comunque la pena.

Indonesia travel sketch
Ubud – Bali. Panorama sulle risaie dalla terrazza del nostro albergo.

Ubud – Bali. È sempre bello passare qualche giorno a Bali, in particolare a Ubud, specie per l’atmosfera artistica e un po’ zen che si respira e per il tipico paesaggio tropicale. Credo che rispetto a qualche anno fa abbia perso un po’ di quella atmosfera mistica che aveva in passato. Adesso in giro si vedono solo turisti occidentali o australiani. A tratti non sembra nemmeno più di essere in Indonesia.

Indonesia travel sketch
Jakarta skyline

Jakarta – Ho visto una Jakarta particolarmente tranquilla questa volta (era durante un periodo di ferie) quindi poteva quasi essere considerata piacevole. Senza traffico perenne e inquinamento forse Jakarta non sarebbe nemmeno male. Offre ristoranti di tutti i tipi e cibo da strada a volontà. Tante attività nuove che stanno nascendo e quel fermento tipico da città che sta nel pieno del boom economico. Peccato che lo stile di vita (e anche il caldo forse) ti costringe a passare la maggior parte delle tue giornate nei centri commerciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *